borghi abbandonati e città fantasma – l’Antica Tuscia

       

icon-info-circle Civita di Bagnoregio, Vulci, Tuscania,
Caprarola, Monterano, Celleno e Bolsena
Dallo splendore di Vulci sul pianoro della Valle sul fiume Flora alla “Città che muore” di San Bonaventura che appare come un isola di tufo rosso nel mare delle bianche argille dei calanchi. Dallo splendido Palazzo Farnese del Vignola sul Lago di Vico al miracolo del Corpus Domini di Bolsena. Dai capolavori del romanico a Tuscania alle acciottolate stradine medievali degli antichi borghi fantasma di Celleno e Monterano. Un viaggio nelle atmosfere suggestive dell’antica Tuscia, sospese nel tempo

icon-calendar 04 Ottobre 2020 - 07 Ottobre 2020

 

PRIMO GIORNO
DOMENICA 4 OTTOBRE
TRIESTE-CIVITA DI BAGNOREGIO
Ritrovo dei Signori Partecipanti alle ore 6.00 in piazza Oberdan e alle ore 6.10 partenza via autostrada per Orvieto via Padova, Bologna, Firenze e Chiusi. Sosta per il pranzo in ristorante lungo il percorso e nel pomeriggio partenza per Bagnoregio. Visita della suggestiva Civita di Bagnoregio, patria di San Bonaventura. Passeggiata lungo le stradine della cittadina che venne denominata la “città che muore” a causa della continua erosione dei banchi d’argilla che la sostengono. Al termine partenza per San Martino al Cimino via Montefiascone. Sistemazione in hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento.

SECONDO GIORNO
LUNEDÌ 5 OTTOBRE
VULCI-TUSCANIA
Dopo la prima colazione partenza per Vulci. Vulci ed il Parco Archeologico sono l’esempio di perfetta fusione tra elemento naturale ed archeologia. Con questa passeggiata sarà possibile scoprire tutte le meraviglie del Parco, i suoi colori, la sua vegetazione e la storia dei millenni passati. Il Parco Archeologico di Vulci si sviluppa tra il pianoro dove sorse l’antica e potente città etrusca, e la valle del fiume Fiora. Vulci fu un attivo approdo marittimo e fluviale sul Fiora, caduta sotto il dominio romano fu lentamente abbandonata. Si potranno ammirare le suggestive tombe etrusche della necropoli dell’Osteria, gli scavi archeologici con la visita della Domus del Criptoportico. Al termine, proseguimento per Tuscania, circondata da una bella cinta muraria medioevale, e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita dell’imponente basilica romanica di San Pietro, il monumento più notevole della città. Maestosa la facciata duecentesca a tre portali, ricca di decorazioni come il grande rosone centrale e i grandi bassorilievi. Grandioso l’interno a tre navate sorretto da colonne romaniche con capitelli originali, riccamente decorati. Quindi visita della basilica di Santa Maria Maggiore, dalla splendida facciata in cui si aprono tre portali finemente decorati e il cui interno è impreziosito da importanti affreschi medievali. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

TERZO GIORNO
MARTEDÌ 6 OTTOBRE
CAPRAROLA-MONTERANO
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza Al mattino partenza per il Lago di Vico e Caprarola, caratteristico centro dell’Alto Lazio a poca distanza dal lago e frequentato per luogo di villeggiatura e conosciuto per il cinquecentesco palazzo Farnese. Sosta per la visita del palazzo, originariamente progettato dal Sangallo quale fortezza subisce dal Vignola la trasformazione in palazzo rinascimentale, per divenire la residenza estiva dei Farnese. Al termine partenza per Monterano con sosta per il pranzo in ristorante. Visitare l’antica Monterano è un’emozione unica e camminare in mezzo alla natura selvaggia e varia della Riserva Naturale fino all’antica città lo è ancor di più. Il paese della Tuscia laziale scomparso ed abbandonato a partire dal 1700 a causa della malaria, e poi in maniera definitiva nel 1799 con l’invasione napoleonica, rappresenta un unicum dei trekking e delle passeggiate alla scoperta delle realtà dimenticate. Rientro in hotel , cena e pernottamento.

QUARTO GIORNO
MERCOLEDÌ 7 OTTOBRE
CELLENO-BOLSENA-TRIESTE
Prima colazione e partenza per Celleno. Visita guidata del borgo abbandonato alla fine del 1800 e che risulta ancora un intricato dedalo di viuzze che portano fin su a quel che resta dell’antico castello, dopo aver superato la scenografica via del Ponte stradine su cui si affacciano piccole case prive d’intonaco e resti di palazzi in pietra di basalto. Bolsena. Incontro con la guida e visita alla Cappella di Santa Cristina, famosa per il miracolo che ha dato origine alla festività del Corpus Domini. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio partenza per Trieste via autostrada Firenze, Bologna, Ferrara, Padova e Mestre. Arrivo in serata a Trieste in piazza Oberdan.


QUOTE E PARTECIPANTI:

QUOTA DI PARTECIPAZIONE SPECIALE
BookInTime € 500,00 per prenotazioni entro il 27 luglio 2020

BookInTime è lo speciale prenota prima della Via degli Artisti Viaggi

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 550,00
SUPPLEMENTO SINGOLA € 100,00
MINIMO 20 - MASSIMO 35 PARTECIPANTI

ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO
FACOLTATIVA DA € 15,00

Validità delle quote sino alla data
partenza e comunque fino all’esaurimento dei posti a disposizione

Idoneità del viaggio : consigliato a coloro che non hanno problemi di mobilità

Programma valido salvo restrizioni determinate dall’emergenza Covid

 

DOCUMENTI:

Per partecipare al viaggio è richiesta la carta d’identità in corso di validità.

 

LA QUOTA COMPRENDE:

Il trasporto in autopullman gran turismo. I pedaggi autostradali. La sistemazione in hotel 3 stelle in zona Viterbo in camera doppia con servizi privati. Programma di 3 notti/4 giorni. Il trattamento di pensione completa dal pranzo del primo giorno al pranzo del quarto giorno. Le bevande ai pasti previsti in programma nella misura di 1/4 di vino e 1/2 di acqua minerale. Le visite guidate come da programma. L’assistenza di un accompagnatore per tutta le durata del viaggio. L'assicurazione sanitaria e bagaglio Axa.

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Tutti i pasti non previsti nel presente programma. Gli ingressi, anche quando il programma prevede visite guidate all’interno di edifici, monumenti o musei che prevedano un ingresso a pagamento. Le bevande ai pasti, gli extra di carattere personale e le mance. Tutto quanto non previsto alla voce “la quota comprende”.

Comunicazione obbligatoria ai sensi dell'art. 17 della legge n. 38 del 6 febbraio 2006: “La legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi all'estero

ORGANIZZAZIONE TECNICA
VIA DEGLI ARTISTI VIAGGI TRIESTE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © 2019 www.viadegliartistiviaggi.com Via degli Artisti, 2 Trieste - Tel. +39 040 632537

powered by fotograffiare.com