viaggio confermato – Banksy, Chagall e il Treno delle Centovalli

PRIMO GIORNO
VENERDÌ 14 DICEMBRE
TRIESTE-MILANO
Ritrovo dei Signori Partecipanti in piazza Oberdan alle ore 6.00 e partenza alle ore 6.10 via autostrada Padova, Verona e Brescia per Milano. Pranzo libero in autogrill e giunti al Mudec di Milano ingresso prenotato alle ore 14.30 per “The Art of BANKSY. A VISUAL PROTEST”. Banksy, artista e writer inglese la cui identità rimane tuttora nascosta, è considerato uno dei maggiori esponenti della street art contemporanea. Le sue opere sono spesso connotate da uno sfondo satirico e trattano argomenti universali come la politica, la cultura e l’etica. L’alone di mistero che, per scelta e per necessità, si autoalimenta quando si parla della figura di Banksy lo fa diventare un vero e proprio mito dei nostri tempi. La sua protesta visiva coinvolge un vastissimo ed eterogeneo pubblico e ne fa uno degli artisti più amati dalle giovani generazioni. Sono già state organizzate diverse mostre su Banksy presso gallerie d’arte, ma mai un museo pubblico ha ospitato finora una sua personale. Il MUDEC-Museo delle Culture di Milano per la prima volta in assoluto presenta una mostra personale sull’artista inglese. “The Art of Banksy. A visual protest”, in mostra al MUDEC è un progetto espositivo curato da Gianni Mercurio, che raccoglierà in un unico luogo pubblico per la prima volta oltre 70 lavori tra dipinti, sculture, prints dell’artista inglese, corredati di oggetti, fotografie e video, che racconteranno attraverso uno sguardo retrospettivo l’opera e il pensiero di Banksy. Un percorso a suo modo accademico e insolito, ma coerente con la mission di un museo come il MUDEC, ovvero quella di fornire a ogni fascia di pubblico le chiavi di lettura per comprendere (e apprezzare) le culture del mondo e i grandi temi della contemporaneità attraverso tutte le arti visive, performative e sonore. La mostra non è autorizzata dall’artista. Al termine trasferimento verso il Castello Sforzesco e tempo a disposizione dei Signori Partecipanti. Verso le ore 18.00 partenza per Varallo Pombia e sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

SEcondO GIORNO
SABATO 15 DICEMBRE
TRENO DELLE CENTOVALLI
Dopo la prima colazione partenza per Locarno. Giunti a Locarno, breve passeggiata nel centro della cittadina adagiata sulle sponde settentrionali del Lago Maggiore e che grazie alla sua posizione gode di un microclima particolarmente favorevole. Quindi raggiunta la stazione ferroviaria, imbarco sul trenino della ferrovia “Vigezzina-Centovalli” che si sviluppa lungo un tracciato di montagna su una lunghezza complessiva di 52 km., di cui 20 in territorio svizzero e 32 in territorio italiano e attraversa la Valle del Vigezzo e le Centovalli tra boschi, pascoli e piccoli paesini di montagna. Si scenderà nello storico borgo di Santa Maria Maggiore, sede tra l’altro del Museo dello Spazzacamino che rappresenta una curiosa testimonianza di quello che per secoli è stato il mestiere maggiormente praticato dagli emigranti locali (ingresso escluso). Pranzo in ristorante e risalita in treno per continuare il percorso verso Domodossola. Giunti a Domodossola, breve passeggiata in questa elegante cittadina ai piedi delle Alpi. Rientro in hotel, cena e pernottamento. Nota Bene : alla stesura del presente programma non sono state ancora aperte le prenotazioni da parte della ferrovia “Vigezzina-Centovalli” per il mese di dicembre 2018, quindi il programma può subire delle variazioni .

TERZO GIORNO
DOMENICA 16 DICEMBRE
MANTOVA-TRIESTE
Prima colazione e partenza per Mantova. Alle ore 12.00 ingresso prenotato alla mostra “Marc Chagall, come nella pittura così nella poesia” negli spazi restaurati di Palazzo della Ragione. Oltre 130 opere, tra cui il ciclo completo dei 7 teleri dipinti da Chagall nel 1920 per il Teatro ebraico da camera di Mosca, rappresentano il momento più rivoluzionario e meno nostalgico del suo percorso artistico: una selezione di capolavori emblematici, tra dipinti e acquerelli degli anni 1911-1918, accompagna l’allestimento immersivo del Teatro ebraico insieme a una serie di acqueforti eseguite tra il 1923 e il 1939, tra cui le illustrazioni per le Anime morte di Gogol’, per le Favole di La Fontaine e per la Bibbia. Al termine della visita tempo libero per il pranzo e nel pomeriggio partenza per il rientro a Trieste, via Milano, Brescia, Padova e Mestre. In serata arrivo a Trieste in piazza Oberdan.