Viaggio Confermato – Capodanno – Scrigni d’Arte tra l’Appennino e l’Adriatico

PRIMO GIORNO
DOMENICA 30 DICEMBRE
TRIESTE-ATRI-TORTORETO
Ritrovo dei Signori Partecipanti alle ore 6.00 in piazza Oberdan e alle ore 6.10 partenza via autostrada per Sulmona via Padova, Bologna, Ancona e Pescara. Sosta per il pranzo in ristorante lungo il percorso e nel pomeriggio arrivo a Visita guidata di Atri, l’antica Hatria romana, che contende a Teramo il primato artistico della provincia. Visita al centro storico per ammirare la Cattedrale dell’ Assunta, splendida costruzione sorta su rovine romane che conserva all’interno un ciclo di affreschi del De Litio, e al Museo Capitolare. Al termine della visita partenza per Tortoreto Lido, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

SECONDO GIORNO
LUNEDÌ 31 DICEMBRE
ASCOLI-CIVITELLA DEL TRONTO
Prima colazione in hotel. Al mattino escursione ad Ascoli Piceno, stupenda città dispensatrice di emozioni, la cui struttura edilizia compatta e ben conservata, così come la suggestione di piazze e rue (piccole strade), i suoi monumenti insigni e le torri che punteggiano il paesaggio urbano fanno di Ascoli Piceno un unicum nelle Marche: “la Siena Marchigiana”. Antica città fondata dai Piceni, conserva tracce urbanistiche medievali e alcuni interessanti monumenti rinascimentali. Nella vasta e monumentale Piazza Arringo si trovano la Cattedrale di S. Emidio, XV-XVI sec. e l’isolato Battistero ottagonale del XIII secolo. In Piazza del Popolo, centro monumentale della città, si trovano il Palazzo dei Capitani del Popolo, XIII-XVI sec, al cui interno sono stati rinvenuti ampi resti di edifici romani e medievali, la splendida Chiesa gotica di San Francesco (XIII-XVI sec.) affiancata dall’elegante Loggia dei Mercanti (1513). Si continuerà con la Torre Ercolani del XI-XII sec. alla quale si appoggia il coevo Palazzetto Longobardo. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio trasferimento a Civitella del Tronto visita alla fortezza, ultimo baluardo borbonico e teatro di storiche resistenze, al caratteristico borgo medioevale e alle signorili abitazioni medioevali e rinascimentali. Quindi rientrati in hotel, tempo a disposizione e in serata Gran Cenone di fine anno con musica dal vivo. Pernottamento.

TERZO GIORNO
MARTEDÌ 1 GENNAIO
GROTTAMARE-RIPATRANSONE-TERAMO
Prima colazione in hotel. Partenza per Grottammare considerato uno dei più bei borghi d’Italia. Visita del borgo medievale con la Piazza Peretti, orlata dai palazzi più belli e importanti quali il Palazzo Priorale, l’Altana dell’Orologio, il Teatro dell’Arancio e il Torrione della Battaglia. Al termine proseguimento per Ripatransone noto per il Vicolo più stretto d’Italia larga solo 43 cm. A poca distanza si trova piazza XX settembre, cuore del borgo storico dove si affacciano il Palazzo Municipale  del XIII secolo, il Palazzo del Podestà risalente ai primi anni del XIV secolo e la Torre Civica. Il fiore all’occhiello del borgo è il teatro Luigi Mercatini (del 1790). Pranzo di Capodanno in hotel e nel pomeriggio partenza per Teramo, l’antica Interamnia. Visita al centro storico e ai principali monumenti quali la Cattedrale di S. Bernardo dall’originale e complesso impianto, il Palazzo del Municipio e il Palazzo Vescovile, quindi visita al Teatro e all’Anfiteatro romano. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

QUARTO GIORNO
MERCOLEDÌ 2 GENNAIO
FERMO-TRIESTE
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per la visita guidata di Fermo, nobile città, eretta su di un colle dal quale domina il vasto territorio della Marca. Fermo conserva fasti di un passato che affiorano dalla preziosa struttura urbanistica del centro storico nel quale si alternano pregevoli edifici appartenenti ad epoche diverse: il Palazzo comunale, la Torre Matteucci, il Duomo, la Chiesa di San Francesco del 1240 e le Piscine Epuratorie Romane, composte da circa 30 locali sotterranei, considerate reperti tra i maggiori a noi giunti dall’Età Augustea. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per Trieste via autostrada Ancona, Rimini, Bologna, Mestre con arrivo in serata a Trieste in piazza Oberdan.